"Gerusalemme, Gerusalemme, che uccidi i profeti e lapidi quelli che ti sono inviati...vi dico infatti che non mi vedrete più finché non direte: Benedetto Colui che viene nel nome del Signore!"

الارض المقدسه حره  

          www.TerraSantaLibera.org         www.HolyLandFree.org         www.TerraSantaLibera.org         www.HolyLandFree.org         www.TerraSantaLibera.org

 

RSS FEED 

Questa è la home-page n. 19

antecedenti : 18 - 17 - 16 - 15 - 14 - 13 - 12 - 11 - 109 - 8 - 7 - 6 - 5 - 4 - 3 - 2 - 1 - 1a - 1b

BACKTORNA


RASSEGNA STAMPA DEI PIU' INTERESSANTI ARTICOLI E REDAZIONALI INTERNAZIONALI


Sostieni il nostro lavoro,

gli interventi di supporto

nella Palestina occupata,

la contro-informazione:

perchè anche il più piccolo aiuto

è di grande aiuto

Donazioni dirette (le consegnamo personalmente) a famiglie con seri problemi, ospedali, scuole, comunità, attrezzature, nella Palestina occupata.

Sviluppo progetti in cooperazione solidale e volontaria.

Aiutaci a scavalcare i muri e ad impedire l'esodo palestinese


acquista  qui  artigianato

ARABO-PALESTINESE

AVVERTENZA: la nostra Redazione deciderà della pubblicazione o meno di ogni testo inviatoci, che sarà considerato pubblico e come tale utlizzato:

aid@terrasantalibera.org


NUOVI  CONTATTI  &  NEWSLETTERS


OLD PAGES

ENGLISH & FRENCH

Chi siamo
aRTIGIANATO Palestinese
 AUDIO
VIDEO

Canale  Video

Terra Santa Libera

DVD
Libri consigliati

Libri per tutti

DAILY NEWS FROM PALESTINE
Quotidiani  & Riviste
MAPPE  PELLEGRINAGGI
Coalizione per la TerraSantaLibera
Diario di un pellegrino
Santo Sepolcro
MOTU PROPRIO SUMMORUM PONTIFICUM
Canti gregoriani

Archivio Generale

Comics & Design

Foto

Etica - Pro-Life

Motori Ricerca

Sostieni la nostra azione

Caritas Baby Hospital
Contatti & Collaborazioni

Iscrizione Newsletter

COLONIALISMO  EBRAICO   (links in italiano)
ZionisM   (links in english)
 
 

NEOCATECUMENALI, SE LI CONOSCI LI EVITI:

TESTIMONIANZE AGGHIACCIANTI DI

EX-APPARTENENTI

 

 

Sancte Michael Archangele,

defende nos in proelio,

contra nequitiam et insidias diaboli esto praesidium.

Imperet illi Deus, supplices deprecamur: tuque, Princeps militiae caelestis, Satanam aliosque spiritus malignos, qui ad perditionem animarum pervagantur in mundo, divina virtude in infernum detrude. Amen

 


 

per chi viaggia in Palestina:

mappa aggiornata

zone A-B-C,

strade palestinesi e israeliane,

insediamenti coloni, checkpoints,

muri già costruiti e in progettazione,

aggiornata a fine 2008,

cm. 70 x 100

Made in Palestine

 

raccolta pubblicazioni

IN  MEMORIAM

ad 1 anno dalla scomparsa di

Mauro Manno

Links  1 - 2 - 3

 
 

don Curzio Nitoglia

 

Rev. Bonaventura Pranaitis

Il Talmud smascherato

PDF 363 KB

 

Ristampa del testo originale del 1896

IL MARTIRIO DI PADRE TOMMASO

 

IN LIBRERIA

(vedi scheda)

 

la legge sull'omofobia

minaccia etica e libertà

 

una perversione, anche se approvata per legge, resta una perversione, della sana etica e del buon senso comune:

 

RESISTI !!!

 

 

Comitato per l'abrogazione

della legge 194 (petizione)

 

correlato

l'aborto è omicidio

(per stomaci forti)

 

Il feto sopravvissuto?

È l’aborto choc che nessuno racconta

 

IL TRAPIANTISTA IGNAZIO MARINO

“pluriomicida legalizzato”

riceviamo e pubblichiamo

 

Coma  irreversibile: categoria  inesistente

 
 

NO COMMENT

 

 

"La Palestina è sotto la tirannia di una falsa promessa"

(Patriarca Attallah Hanna)


Lettera aperta a RaiNews24 :
NON SPARATE SULLA CROCE ROSSA
(ovvero: a proposito della partigianeria sionistra)
Redazionale di TerraSantaLibera.org - 30/5/2010

RaiNews24 , sta facendo finta di non conoscere le condizioni di assoluta disperazione della popolazione autoctona arabo-palestinese, prigioniera in casa propria, dal West Bank a Gaza,   derubata e vittima di discriminazione etnica sul suo proprio territorio, sostiene le ragioni dell'occupante sionista, che mantiene in stato di assedio da anni la Striscia di Gaza, non permettedo che pochissimi approvigionamenti alla popolazione, i quali sono assolutamente insufficienti a ripristinare la normalità e riparare i danni inflitti durante l'ultima "Operazione Piombo Fuso", la quale, oltre ad aver procurato circa 1500 morti, ha lasciato la popolazione nelle condizioni di indigenza più assolute, mancando di medicine, carburante per i generatori, cemento per la ricostruzione, depuratori per l'acqua, barche per la pesca, tutto.

Oltretutto alle frontiere con Gaza, sotto stretto controllo israeliano, le merci e i camion di approvigionamenti sono bloccati e il loro passaggio è impedito e boicottato.

Ben lo sanno gli operatori delle associazioni umanitarie accreditate. Duarnte "Piombo Fuso", addirittura e deliberatamente, sono stati bombardati i centri di stoccaggio dell'ONU.

Cari amici di RaiNews24, se siete giornalisti onesti, volete parlare, oltre che del povero Shalit, unico prigioniero israeliano, militare, contro i circa 10 mila palestinesi detenuti (molti dei quali minori e quasi tutti civili), anche delle disgraziate condizioni degli abitanti palestinesi della Terra Santa, i quali si sono visti scippare la terra e le case da uomini stranieri in arme, e che stanno subendo una ghettizzazione senza precedenti nella storia, con circa 800 chiometri di "muri" di cemento armato alti 8 metri, privati della dignità di esseri umani sulla terra dei loro padri, svenduta all'asta con la complicità anglo-americana nello scorso secolo e tutt'ora senza prospettive di giustizia e futuro per i propri figli???

Cari amici di RaiNews24, che date spazio nelle vostre rubriche ai difensori dello Stato ebraico che occupa la Palestina, senza però, scorrettamente, permettere un confronto con chi da costoro viene diffamato, volete parlare anche del terreno contaminato dai bombardamenti israeliani dei primi giorni del 2009???

Volete dire che i bambini a Gaza nascono deformi, a causa degli agenti chimici, tutt'ora sconosciuti, con cui Israele ha disseminato il terreno della Striscia di Gaza???

Volete dire che anche i sopravvissuti a "Piombo Fuso" sono soggetti alle contaminazioni delle armi sperimentali usate sulla popolazione civile, usata come cavia umana, e che non passa giorno senza che nuove patologie si manifestino mentre i medici locali, già privi di attrezzature mediche e medicine a causa del blocco da parte di Israele, possano contrastarne i mortali e devastanti effetti???

Secondo voi, le azioni denunciate anche in sede ONU, e da giudici per giunta di tradizioni ebraiche, come Goldstone, definite crimini di guerra e contro l'umanità, non adrebbero catalogate e definite quali atti terroristici in grande stile, mentre lo sarebbero solo gli sgangherati razzi palestinesi (lanciati per giunta da fazioni salafite).

Secondo voi 1500 morti da una parte e 13 dall'altra, sono la stessa cosa?

1500 terroristi (di cui circa 500 bambini) e 13 eroi?

Se potete permettervi di scrivere e pubblicare articoli come questo

http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=141380
 

e interviste come quella del 17 maggio, entrambi diffamatori per diversi operatori dell'informazione in rete, nonchè scorretti perchè sbilanciati nell'analisi e giudizio, vedendo il bruscolo ma ignorando la trave, state facendo un pessimo servizio giornalistico.

State aiutando a criminalizzare ingiustamente chi invece sta offrendo un servizio di informazione libera e non filtrata. Voi vi state prestando ad uno sporco gioco al massacro, ad un'operazione di censura mediatica delle voci del dissenso.

E questo rapporto di dipendenza, culturale, politica, economica,  con personaggi ed istituzioni che fanno gli interessi di potenze straniere, tant'è che molti di essi detengono doppio passaporto, non vi fa onore, nè come giornalisti, nè come persone.

L'onestà intellettuale, lo sappiamo, è merce rara e preziosa di questi tempi, e non speriamo certo di trovarla facilmente sulle scrivanie delle redazioni , nè di Rai, nè di Mediaset, nè della stampa finanziata dallo Stato con i soldi dei contribuenti.

Ma almeno, in un guizzo di dignità e corretta deontologia, se proprio dovete fare articoli o interviste che pongano persone, o popoli, sul "banco degli imputati", oltretutto per motivazioni ideali e di pensiero, legate a differenti conoscenze dei fatti e della cronaca, permettete anche a queste persone di potersi difendere e presentare le loro proprie versioni dei fatti, in un confronto seriamente democratico, non tendenzioso e fazioso.

La prossima volta che invitate la Nirenstein e Gatti invitate anche noi.

Aumenterete la vostra percentuale d'ascolto sicuramente, e ne sentirete delle belle. O forse volete fare "informazione" non facendola, o facendola solo parzialmente? Le campane bisogna sempre sentirle tutte e due per riuscire a dare una visione completa delle situazioni e dei problemi. Altrimenti che gusto c'è ad attaccare ch non si può difendere? E come tirare in porta senza il portiere. Giocate facile, vero?

Ricordate: quello che oggi state facendo a noi, semplici operatori liberi dell'informazione in rete, un giorno lo faranno a voi. Appena avrete il coraggio di dissentire dal Grande Fratello.

E la prossima volta che vedrete delle persone di buona volontà che fanno una buona azione, sfidando, disarmati, un esercito tra i più armati al mondo, per portare soccorso e beni di prima necessità ad una popolazione allo stremo delle forze, massacrata, assediata, contaminata, violentata nel più profondo, donne, uomini, vecchi, e soprattutto bambini, sostenete la bontà di tale operazione umanitaria, non sparate sulla Croce Rossa anche voi.

Nel vostro editoriale, di cui al link sopra riportato, dite che la Freedom Flottilla sia una speculazione mediatica. Certo che lo è: è anche una operazione mediatica, per portare tale grave problema di Gaza, sin'ora affrontato solo da gruppi di volontari e ONG, al centro delle problematiche umanitarie da risolvere, nel rispetto dell'identità ed autonomia politico-culturale dei popoli. Oltre ad aiuti materiali, la Flottilla romperà l'isolamento nel quale è stata tenuta questa parte della Palestina, assediata dalle milizie dell'IOF e isolata dai media e politici internazionali, nella quasi totalità.

Intanto vergognatevi, perchè state infrangendo una delle regole prime del giornalismo, che è quella di offrire informazione di verità ai cittadini, non di convenienza.

Redazionale di  TerraSantaLibera.org - 30 maggio 2010


RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO :

Comunicato dell'Associazione dei Palestinesi in Italia

in merito alla Freedom Flotilla

Considerate le minacce sioniste di ostacolare la Freedom Flotilla e di arrestarne i partecipanti, fino  svolgere azioni pirateria che minacciano tutti costoro, nonché di impossessarsi delle tonnellate di aiuti che le navi trasportano, noi, Assemblea dei Palestinesi in Italia annunciamo:......

.........(...vai al Comunicato Stampa...).........


MENTRE I MEDIA EUROPEI SONO IMPEGNATI A DARE AMPIO RISALTO AD ELUCUBRAZIONI LIBERTICIDE DI PARLAMENTARI DELLA ISRAEL LOBBY

E PER LO PIU' FANNO GLI STRUZZI:

La Freedom Flotilla è verso le coste cipriote,

prima della partenza di domani per Gaza

 

Le quattro navi europee, una delle quali è una nave-cargo, sono giunte ieri sera (26 maggio) a Rodi. La nave-cargo, trasporta aiuti umanitari per circa 2,5 milioni di dollari, finanziati dalla Campagna Europea contro l'embargo a Gaza: case prefabbricate (100) per venire incontro alle esigenze di chi è rimasto senza tetto durante l'aggressione del 2008-2009, medicine e apparecchiature mediche, 500 carrozzelle elettriche (a Gaza sono molti i mutilati, 600 causati dall'aggressione del 2008-2009), depuratori per l'acqua, materiali da costruzione (tra cui legno) ecc.

Le navi sono accompagnate da un'ampia copertura mediatica: 36 giornalisti di 21 agenzie e media di tutto il mondo, i quali si troveranno sulla nave della Campagna Europea per far sapere passo passo cosa accade. La nave, infatti, sarà in grado di trasmettere via satellite.

La Freedom Flotilla è composta da otto navi: una nave-cargo finanziata dal Kuwait che batte bandiera kuwaitiana e turca; una nave-cargo finanziata dall'Algeria; una nave-cargo "europea", con finanziamento greco e svedese; una nave-cargo irlandese, del "Free Gaza".  Poi, quattro navi-passeggeri, tra cui la summenzionata la "Ottomila" ed una grossa imbarcazione turca.

Sono 750, in tutto, i partecipanti alla Flotta, da 40 Paesi, ma le domande di partecipazione sono state nettamente superiori. Tra costoro vi sono 44 personalità, tra cui parlamentari e politici europei e arabi (anche dieci parlamentari algerini).................(leggi tutto)


La Marina turca scorterà la Freedom Flotilla

Angela Lano (InfoPal.it) da Atene 23 maggio 2010

In partenza da Atene la nave '8000',

della Campagna Europea.

Padre Capucci tra i partecipanti alla Flotilla

Molte sono le persone coinvolte, provenienti da Europa, Usa e mondo arabo e islamico. L’atmosfera è di grande entusiasmo e determinazione, nonostante la guerra psicologica avviata ormai da settimane da Israele. Lo stato sionista, infatti, sta facendo del terrorismo emotivo nel tentativo, vano, di indurre le centinaia e centinaia di persone (si parla di oltre 800 cittadini di 50 diversi Paesi che si sono uniti alla spedizione, e di migliaia in lista d'attesa) a desistere dall'impresa umanitaria.
 

 

Video inviato da Joe Fallisi al prof. Antonio Caracciolo


La nostra barca si chiama “8000. Freedom for prisoners. Freedom for Gaza”, dal numero dei palestinesi incarcerati nelle prigioni israeliane, e accoglierà 20 tra giornalisti e video reporter, numerosi attivisti proventienti da Europa e Stati Uniti - tra cui una decina di ebrei contro l'occupazione.

Della Flotta faranno parte la BBC, la tv satellitare qatariota al Jazeera, al-Hiwar, Euro-News, emittenti dell'Europa dell'Est, media tedeschi, olandesi, svedesi e la nostra agenzia, Infopal.it.
 

Che si riesca a giungere a Gaza o che la missione umanitaria venga bloccata e dirottata ad Ashdod o in altra località israeliana, per lo stato sionista sarà comunque una sconfitta: in un caso, verrebbe rotto l'assedio, nell'altro, confermerebbe di fronte a centinaia e centinaia di persone, giornalisti, politici  e attivisti, e al mondo intero la propria natura violenta, illegale e pericolosa. Inoltre, se ci dovessero essere morti e feriti, cargo confiscato, il danno all'immagine sarebbe ancora peggiore.............(leggi tutto)

 

CORRELATO

Tonnellate di aiuti umanitari dirette a Gaza:

Angela Lano intervista Mohammad Hannoun

FUORI DALLE RIGHE

Donna Fiamma ed i Procolli immaginari

Coop-Conad: alt ai prodotti da colonie israeliane

La Nirenstein protesta: in difesa della povera economia d'occupazione coloniale sionista

Per donna Nirenstein:

Israele ammette furto d'organi

Rabbini organizzatori di traffico d'organi internazionale

Israele ha l'atomica da 35 anni,

ecco le prove

Redazionale di AriannaEditrice - 24/05/2010

A Pretoria c'era l'apartheid ma nel 1975 Israele cercò egualmente di vendere al Sudafrica le sue testate nucleari.
E' lo scoop del quotidiano britannico The Guardian che in un'esclusiva da prima pagina racconta, attraverso documenti firmati dall'attuale presidente israeliano Shimon Peres e dal ministro della Difesa sudafricano PW Botha, la trattativa fra Israele e Sudafrica di 35 anni fa. I documenti citati, desecretati da Pretoria, sono i primi che attestano effettivamente il possesso di armi atomiche da parte di Israele..........(leggi tutto)

+ CARRELLATA  LIBRI  CORRELATI


L'11 settembre

fu un'operazione del Mossad 

 

(english - italiano)


.


BENE O MALE,

PURCHE' SE NE POSSA PARLARE

 PRO

Tanto per tornare sulla questione dell'autenticità, o veridicità,

 secondarie, dei «Protocolli»

di Francesco Lamendola - 20/05/2010 - Arianna Editrice

Anche il saggista Sergio Romano, col suo libro del 1992 «I falsi protocolli», ha impostato così tutta la problematica ad essi relativa, come già il titolo suggerisce chiaramente: come se, una volta assodata la loro non autenticità, venisse a cadere interamente l’altra questione, ad essa collegata, ma che nessuno osa anche soltanto accennare, tanto forte è il timore di essere accusati di antisemitismo o addirittura di simpatie per il nazismo: se, cioè, le cose espresse in quel documento possano corrispondere a dei fatti reali e se, inoltre, siano o meno in linea con la Legge ebraica e con il sentire ebraico nei confronti dei “gojm”, dei Gentili.........

COMUNQUE STIANO LE COSE (ndr):

NESSUNA ORGANIZZAZIONE VERAMENTE E SERIAMENTE SEGRETA, QUALE SI SIA LA SUA NATURA, LASCIA DIETRO DI SÉ DEI “DOCUMENTI” SCRITTI. Solo un procedimento “induttivo” può dunque precisare la portata di “testi”, come i “Protocolli”. IL CHE SIGNIFICA CHE IL PROBLEMA DELLA LORO “AUTENTICITÀ” È SECONDARIO E DA SOSTITUIRSI CON QUELLO, BEN PIÙ SERIO ED ESSENZIALE, DELLA LORO “VERIDICITÀ”. Giovanni Preziosi già sedici anni or sono, nel pubblicare per la prima volta il testo, aveva ben messo in rilievo questo punto. La conclusione seria e positiva di tutta la polemica, che nel frattempo si è sviluppata, è la seguente: CHE QUAND’ANCHE (cioè: dato e non concesso) I “PROTOCOLLI” NON FOSSERO AUTENTICI NEL SENSO PIÙ RISTRETTO, È COME SE ESSI LO FOSSERO, PER DUE RAGIONI CAPITALI E DECISIVE:
1)    Perché i fatti ne dimostrano la verità;
2)    Perché la loro corrispondenza con le idee-madre dell’Ebraismo tradizionale e moderno è incontestabile.»
...................(leggi tutto)

 CONTRO

Mentre per lo storico Carlo Mattogno

le conclusioni sono che

I Protocolli non sono

né autentici né veridici:

analisi sulla base dello storico opuscolo

di Pierre Charles sui Protocolli dei Savi di Sion


LA TURCHIA IN MEDIO ORIENTE :

UNA NUOVA POTENZA REGIONALE

Sergio Romano - Corriere della sera - 21 maggio 2010

correlati

«Israele è una minaccia alla pace»

Israele non ha mai confermato di essere dotato di armi atomiche


Un massacro di arabi nascosto da uno stato di amnesia nazionale

"Le fotografie mostrano chiaramente che è stato compiuto un massacro”, afferma Daniel McGowan, professore americano in pensione che lavora con la Deir Yassin Remembered (organizzazione che si batte per avere giustizia per le vittime del massacro di Deir Yassin, ndt). “Quelle foto mostrano gli abitanti del villaggio allineati contro il muro di una cava che vengono uccisi”.

.........(...leggi tutto...).........

di Francesco Lamendola - 19/05/2010

Vi sono due maniere per esercitare un potere politico: conquistarlo ed esercitarlo in prima persona, oppure raggiungere nell’ombra, avanzando pazientemente e sistematicamente, delle posizioni importanti al fianco dei potenti, onde esercitare su di loro un influsso più o meno discreto, più o meno velato, ma pur sempre determinante.

Si prenda, come classico esempio di questa seconda strategia, il libro veterotestamentario di Ester; e si vedrà come anche una donna, nel contesto di una monarchia assoluta come quelle del Medio Oriente antico, possa svolgere la funzione decisiva di promotrice degli interessi di una minoranza religiosa, spazzando ogni ostacolo davanti ad essa, meglio di come avrebbe potuto fare un politico sperimentato o un esercito in assetto di guerra.......(leggi tutto)

GRAVE ATTACCO DIFFAMATORIO

nei confronti di  TerraSantaLibera, Effedieffe, Infopal,

Blogs di Carancini e di Caracciolo, 

e di altri siti  che seriamente fanno cronaca e informazione

Di seguito il video di RaiNews24, pubblicato anche su YouTube.

 

Stefano Gatti su Rainews24

.........vai al video.........

Redazionale di TerraSantaLibera.org  - 18 maggio 2010 - Il nostro Logo/banner è stato più volte associato, in un volgare fotomontaggio, a siti di fanatismo delirante, neonazisti o negazionisti, per screditare la seria opera di molti volontari del web che si oppongono a falsità e ingiustizie (e a chi le avvalla con tali manipolazioni audiovisive, ricevendo come compenso centinaia di migliaia di euro annuii), per creare una falsa immagine in chi non conosce il nostro lavoro di cronaca, informazione e controinformazione, necessario per colmare, in uno Stato di Diritto Democratico, lacune gravissime nell'informazione di massa, purtroppo in mano a persuasori che agiscono per potenze straniere, pagati con i soldi dei contribuenti italiani.

Bisognerà ricordare a questi signori e signore (ed i nostri legali si stanno muovendo in tal senso), i quali con questa trovata pubblicitaria hanno trovato la gallina dalle uova d'oro (tanto il parlamentare acrobata di turno, in obbligo per essere da loro stato sdoganato dal limbo politico nel quale si trovava, lo trovano sempre per mettere una firma e stanziare fondi) , che l'Italia e il Mondo non sono ancora sotto il loro completo controllo, nonostante si stiano dando un gran da fare in tal senso, e che fare di tutta l'erba un fascio non  basta a creare condizioni antidemocratiche e liberticide, che in Italia ancora non ci sono.

E ci batteremo affinchè non ci siano neppure per il futuro.

La loro è solo opera di disturbo, perchè sanno bene che neppure a livello internazionale riusciranno a far accettare una legislazione estremamente liberticida come quella che vorrebbero. A parte in Israele ovviamente.

 

"Perché i cittadini italiani devono pagare una ricerca il cui scopo è di difendere l'immagine di una potenza straniera ? (Israele) e di una organizzazione politica straniera (il sionismo)? Non crediamo che vi sia in Israele un'organizzazione che faccia altrettanto nei riguardi dell'Italia, della religione cattolica o di qualche movimento politico italiano "perseguitato".

Inoltre la valutazione di questo fenomeno online viene dato ad un istituto di parte e non certo imparziale.

Su quali principi e parametri poi vengono valutati i siti? Non certo sui i principi della Costituzione Italiana o dei Diritti dell'uomo che difendono la libertà di espressione e di critica.

In periodo di crisi economica, è poi necessario sperperare fondi pubblici, soldi di tasse dagli italiani, alla faccia di tutte le esigenze primarie del paese, per finanziare chi non produce assolutamente nulla, a parte proposte liberticide e antidemocratiche? Con una diversa legge elettorale, dove i candidati al Parlamento li potessero eleggere i cittadini, certe persone non siederebbero nè in Parlamento, nè al Governo, non mangerebbero alle spalle dei cittadini, non si potrebbero permettere di fare politica per Israele, a spese nostre".

(lettera ricevuta da un lettore di TerraSantaLibera.org del 14/5/2010)

REDAZIONALE

AVVISO AI NOSTRI LETTORI:

TerraSantaLibera.org è oggetto, insieme ad altri siti di controinformazione, di un attacco da parte di rappresentanti della Israel-lobby presso il Parlamento italiano (vedi gli articoli [1] & [2] con l'audizione in mp3 ed i resoconti stenografici della Commissione Parlamentare presieduta dalla Nirenstein il 22 aprile 2010-pag.13). Tale azione, di disturbo e repressione della libertà d'espressione, di informazione e di cronaca, è volta alla soppressione di quelle poche voci che ancora resistono all'alienazione totale al "pensiero unico", "politicamente corretto", e ad un giornalismo addomesticato e organico a Mammona. Le scuse trovate per cercare di zittire e oscurare verità scomode sono sempre le solite: criticare Israele e la sua politica coloniale, come criticare il giudaismo teologico deviato, sul quale poggia le basi il sionismo politico, sono equiparati, falsamente e perfidamente, all'antisemitismo biologico e razziale.

Oltre a ribadire, come Redazione e come uomini dotati di buon senso, di essere lontani anni luce dal nutrire tali sentimenti xenofobi e razzisti (e sfidiamo chiunque a trovarne nei nostri redazionali), confermiamo invece il nostro impegno, come cattolici e come cittadini, in favore dei popoli liberi in libere Nazioni, autonome ed indipendenti, e rimbalziamo ai nostri detrattori, difensori a spada tratta di ogni sorta di crimine di guerra ed umanitario commesso dallo Stato etnocratico d'Israele,  tali accuse infamanti.

Il fatto però che tale accanimento liberticida, del libero pensiero e della libera stampa, sia concentrato su un piccolo spazio web come il nostro, che assolutamente non può competere con l'informazione di massa, di stampa e televisioni accreditate, di Stato e private, le quali godono di grandi capitali e ampia diffusione e visibilità tra la popolazione, ci fa comprendere di essere nel giusto, perchè la verità, specie se scomoda ai potentati e alle lobbies politico-economiche, ha sempre dato fastidio ed è sempre stata repressa.

Noi quindi, sicuri di quanto dichiarato 2000 anni fa dalla nostra Guida, "la verità vi renderà liberi", continueremo nel nostro umile lavoro.

"Portae inferi non praevalebunt".

 

Non lasciateci soli in questa battaglia civile per la difesa di un web libero

 

Presto pubblicheremo le strategie difensive contro le diffamazioni, gli abusi di potere e le scorrettezze intraprese ai nostri danni, proponendo a voi tutti semplici azioni concrete di solidarietà. Sarà un boomerang  contro la Lobby.

 

Redazionale del 12 maggio 2010

Supporta il nostro lavoro e/o l'artigianato di Terra Santa,

entra nel nostro mercatino, clicca qui

Do yourself and your family a favor...
Don't Fall into the Sheeple Pit...

TURN OFF YOUR TELEVISION!
Ignore the TV Media
Investigate 911

Fai un favore a te stesso e alla tua famglia...

Non cascare nelle trappole per pecoroni...

Spegni la televisione!

Ignora i media televisivi

Investiga sull'11 settembre

www.TerraSantaLibera.org

Tutte  le  notizie  e  articoli  contenuti  in  questo spazio sono liberamente riproducibili, 

purchè  citando  le fonti  (anche questa), 

gli autori,  i traduttori   e  tutti  i  links :

informazione  e  controinformazione  devono  essere  

libere  e  alla  portata  di  tutti 


web-project by Filo De Fero & Canonico Peggi

ANNO   VI

Friday, 29. October 2010

ultimo aggiornamento

نحن نسعى المترجمين المتطوعين

www.WebNostrum.com

quartier generale e

punto di riferimento

per chi sostiene

responsabilmente

il Diritto alla Libertà d'Informazione, Cronaca

ed Espressione in Rete.

UNISCITI A NOI

Tutti gli attacchi della lobby capeggiata da F. Nirenstein,

 i testi, i video, gli audio,

delle diffamazioni su

www.WebNostrum.com

IL VIDEO CHE NON

DOVETE VEDERE:

SOLDATI USA UCCIDONO

VECCHIO IRAKENO

Voice of Palestine

ULTIME 10 NEWS

 

This webpage uses Javascript to display some content.

Please enable Javascript in your browser and reload this page.

Daily News

CERCHIAMO  VOLONTARI  PER TRADUZIONI

PAGINE EXTRA

Rapporto dell'ONU: Israele ha demolito 66 case palestinesi dall'inizio del 2010

Guardian: 'Israele ha l'atomica e nel 1975 la offrì al Sudafrica'.

INESCUSABILI

we seek voluntary translators

Nous cherchons des traducteurs bénévoles

Estamos buscando traductores voluntarios

EXTRA PAGES

The worls says no to Israeli occupation


Gunmen attack UN summer camp for children in Gaza by Salafis


Australia expels Israeli diplomat over passport fraud


Abbas rules out return to armed struggle (VIDEO)

Мы ищем добровольцев переводчиков
Wir suchen freiwillige Übersetzer
Επιδιώκουμε εθελοντές μεταφραστών

pages plus 

L'ÉGLISE A RECONNU OFFICIELLEMENT DEPUIS 1934 LE SAINT-SUAIRE COMME AUTHENTIQUE

Prière indulgenciée à réciter

devant le saint Suaire

我们现正咨询志愿者翻译

私たちはボランティア翻訳者を求めています

 

Betlemme : ingresso

VIDEO-Film completo :

IRON  WALL

"IL MURO DI FERRO"

 

PROGETTO LIBANO

a cura di Siro Mazza

 

 القُدس الأرض المقدسة

CORSI di ARABO

NUOVE ISCRIZIONI 2010

Libano

Campo Estivo a Nahr al Bared

dal 31 luglio al 10 agosto 2010

Il Campo Estivo avrà luogo nel campo profughi palestinese di Nahr el Bared nel nord del Libano e vedrà riuniti per dieci giorni giovani volontari italiani e palestinesi.......(leggi tutto)

 

VIDEO-CLIPS

VIDEO - Spie assassine 1 & 2
VIDEO: Chabad Lubavitch

VIDEO: Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni contro Israele  - no 729 code

PER NON DIMENTICARE GAZA

VIDEO: To Shoot an elephant

VIDEO: Al Aqsa Intifada

Le voci delle madri di Gaza

Craxi e l'OLP: "La lotta armata dei palestinesi è legittima"

ConferenzA di BOLOGNA : VIDEO & solo/AUDIO

Rabbino di Brooklyn trafficante in organi umani

I FARISEI, OGGI COME IERI, USURAI E TRAFFICANTI MAFIOSI

The Protocols of the Learned Elders of Zion

23/07/2009:  Direttore Museo Olocausto, membro Lega Anti-Diffamazione (ADL/B'nai B'rith) arrestato per oltre 23 video pedofili

Dozzine di politicanti, rabbini e investitori ebrei arrestati nel New Jersey con l'accusa di traffico di organi umani

Ucraina: altri 8 israeliani sono stati accusati di traffico d'organi

Gaza: Rimuovere l'assedio, dare una possibilità di vita

L’Italia chiamò: i soldati denunciano l’uranio impoverito

Guardian: Gaza, nessun diritto alla vita. Collabora o muori.

ALLE ORIGINI DEL TERRORISMO SIONISTA + VIDEO

La morte di un malato palestinese porta a 392 il numero delle vittime dell’assedio a Gaza

crisi pianificata per controllo delle masse

LA PACE È IRRAGGIUNGIBILE ?
L'UOMO DIETRO BARAK OBAMA (1)

L'UOMO DIETRO BARAK OBAMA (2)

VIDEO: Sylvia Stolz Speaks Shortly Before her Trial

 
TESTI RECENTI

SENTENZA DI UN TRIBUNALE ITALIANO: si può criticare la politica dello Stato di Israele, la sua natura di Stato coloniale, il suo uso strumentale del cosiddetto Olocausto a fini di oppressione del popolo palestinese

AL CONTRARIO: Condannati per aver diffuso idee di discriminazione razziale nei confronti dello Stato d’Israele.


ENTRAMBE SONO SENTENZE DI TRIBUNALI DELLA STESSA NAZIONE:  QUALE GIUDICE E QUALE TRIBUNALE SONO "GIUSTI" ???


 

"Valuta, lavoro e decadenze"

Ezra Pound - libro completo in 5 parti

Omelie contro gli ebrei" 

PDF  book (840 KB)

Guida completa all'uccisione dei non-ebrei

“Existence denied: dal checkpoint al machsom” (mostra fotografica)

Il deprimente spettacolo degli

“amici della Palestina”

Comunicato delle organizzazioni EU a sostengno della causa palestinese

"Il Governo Mondiale Ebraico" 18 capitoli sul blog di Dagoberto H. Bellucci

Comitato per l'abrogazione

della legge 194 (petizione)

Ex diplomatici tedeschi: stopa sostegno incondizionato di Israele

 

62 anni colonialismo sionista

62 anni Nakba palestinese

 

12 maggio 1948

Membri dell'Haganah espellono arabi

PULIZIA   ETNICA

Tra il 1947 e il 1948 vennero cacciati dalle loro case e terre 750.000 palestinesi.

Oggi essi sono 5 milioni di profughi.

 

Solo quando  appariranno con chiarezza i progetti occulti del folle messianismo spurio sionista, tutti comprenderanno a fondo il pericolo verso il quale l'umanità intera sta andando incontro (ndr)


APPROFONDIMENTI:

quaderni storici sulla Palestina

"NAKBA"

La tragedia del 1948

a cura di Angela Lano

e Jacopo Falchetta

Edizioni Al Hikma

@

 

SALVA VITE, NON FINANZIARE IL WAR-BUSINESS ISRAELIANO

(cliccare sulla foto sopra per ingrandirla)

se il codice a barre sul prodotto riporta il numero 7 29


NON comprate!

(vai alla pagina dei prodotti)